Firenze in diretta
Firenze, Lunedì 18 Ottobre 2021 - ore 00:47
 
  DI CHE VIA SEI?
<strong>UGUCCIONE DELLA FAGGIOLA</strong>
UGUCCIONE DELLA FAGGIOLA
Il condottiero ghibellino

La via di questa settimana ci è stata segnalata da Ersilia Giannelli, ed è via Uguccione della Faggiola.

Uguccione delle Faggiola nacque presumibilmente nel 1250 a Casteldelci in provincia di Pesaro-Urbino. Le prime notizie certe di lui si hanno nel 1292 quando fu nominato podestà di Arezzo. 

Nella sua vita combattè sempre contro i guelfi, per far trionfare l´idea ghibellina (che, com´è noto, era quella che sosteneva l´imperatore a danno del potere temporale del Papato). Prima combattè i guelfi in Romagna, poi tornato ad Arezzo, conquistò Gubbio e ne divenne podestà.

Nel 1300 però abbandonò il ghibellinismo più radicale e arrivò addirittura a riconciliarsi con Papa Bonifacio VIII, per questo fu cacciato da Arezzo dove la fazione più oltranzista aveva preso il sopravvento.

Nel periodo in cui abbandonò Arezzo, pare che abbia conosciuto e sia divenuto amico di Dante Alighieri.

Prestò giuramento di fedeltà all´imperatore Enrico VII e secondo alcune fonti lo convinse a non assediare Firenze. Quando l´imperatore morì, Uguccione fu chiamato da Pisa per diventare podestà e capitano del popolo. Con queste cariche attaccò Lucca, che dopo pesanti rovesci bellici dovette cedere a Pisa alcuni castelli contesi e poi addirittura cadde sotto il dominio pisano con Della Faggiola che ne divenne podestà.

L´intento di Uguccione era di rafforzare sempre di più i ghibellini toscani. Nel 1315 condusse la battaglia di Montecatini contro i guelfi fiorentini e toscani, che grazie alla sua abilità di condottiero riuscì a vincere.

Il suo autoritarismo e le pesanti tasse che aveva imposto ai pisani, lo resero però inviso alla popolazione tanto che una sollevazione popolare, capeggiata dai suoi nemici, gli tolse le cariche sia a Pisa, che a Lucca.

Della Faggiola dovette rifugiarsi presso amici ghibellini, poi passò al servizio di Cangrande Della Scala e per lui combattè a Brescia e Padova. 

Morì nel 1319 probabilmente di febbre mentre combatteva nei dintorni di Padova. 

Sara Aldobrandi

  Bookmark and Share
 
 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.